WhatsApp, i messaggi inviati per errore si cancellano oppure no?

Prima l’annuncio che i messaggi inviati per sbaglio possono essere cancellati per sempre, poi i dubbi sull’effettiva possibilità… Cosa succede, quindi, in casa WhatsApp? Questi i fatti: dopo un annetto in cui erano circolati diversi rumors in merito a questa nuova, importante opzione – l’atteso delete in caso di invio erroneo di messaggi o di cui ci si è pentiti appena premuto il tasto d’invio – il sito WABetaInfo, interamente dedicato a questa applicazione, scrive che l’opportunità è in fase di distribuzione su iPhone, smartphone Android e Windows Phone.

“Eliminare i messaggi per tutti”

Nel sito di WhatsApp appare una pagina in cui si presenta la nuova possibilità, battezzata a scanso di dubbi “Eliminare i messaggi per tutti”. “Permette di eliminare specifici messaggi che hai inviato a un gruppo o a una chat individuale”, si legge, ed è “utile se hai inviato un messaggio alla chat sbagliata o se il messaggio che hai inviato contiene un errore”, riporta ancora.

Come funzionerà?

Per cancellare per sempre qualsiasi tipo di messaggio – sia esso testo, foto o video –  dovrebbe essere sufficiente selezionarlo e toccare il simbolo del cestino, quindi fare un click su “elimina per tutti”. Terminata questa procedura, i destinatari del messaggio saranno avvisati da un alert che riporta: “Questo messaggio è stato eliminato”.

Solo sette minuti per decidere

Stando alle anticipazioni, però, ci sono alcuni limiti. Gli utenti “pentiti” avranno a disposizione solo sette minuti: passati questi 420 secondi, i messaggi non potranno più essere cancellati. Ancora, per funzionare, l’opzione delete richiede l’ultimo aggiornamento dell’applicazione. In ogni caso, WhatsApp non prevede notifiche che avvisano se l’eliminazione è andata a buon fine oppure no.

I primi dubbi sulla piena funzionalità

Già pochi giorni dopo l’annuncio dell’introduzione della funzione, sono arrivati i primi commenti che ne mettono in dubbio l’effettiva efficacia. Stando a quando riporta l’Ansa, infatti, sugli smartphone Android il destinatario può riuscire a leggere un messaggio ricevuto anche se il mittente lo ha nel frattempo cancellato, perché resta visibile tra le notifiche. Per recuperare i messaggi dalle notifiche, ha scoperto e reso pubblico un blogger spagnolo, basta installare – manco a dirlo – una app specifica. In ogni caso, dei messaggi recuperati – che devono essere ricevuti e poi cancellati da chi li ha inviati – in questo modo si riuscirà a leggere solo i primi 100 caratteri. Gli altri saranno persi per sempre, esattamente come si avrebbe voluto. Si aspettano ulteriori sviluppi sulla questione.